Lo dico sempre, nei miei corsi e in tutte le occasioni preziose che ho di parlare con le future mamme che mi seguono: imparare a gestire il dolore del parto tenendo sotto controllo ansia e paure è la chiave per riuscire a vivere la nascita in modo sereno.
Farlo, non è sempre facile lo so, ma se ci si prepara durante la gravidanza è possibile!
I modi sono diversi, oggi ti voglio parlare però dell’Hypnobirthing un metodo potentissimo che ancora non è molto conosciuto e diffuso in Italia. Ne hai mai sentito parlare? Se non lo conosci (o anche se lo conosci e vuoi iniziare a praticarlo) devi leggere assolutamente quanto ti sto per dire e devi arrivare fino in fondo a questo blog post perché solo li t’inviterò a provare il percorso gratuito di 7 giorni che ho pensato per avvicinare più future mamme possibili a quest’incredibile tecnica!

Hypnobirthing: i concetti base

L’Hypnobirthing è un metodo dalle origini anglosassoni, luogo in cui è molto diffuso (pensa che anche Kate Middlenton e Meghan Markle della Casa Reale Inglese lo hanno scelto per la loro preparazione al parto!), che aiuta ad acquisire conoscenza, consapevolezza e fiducia nel proprio corpo per imparare a controllare e a modulare la dinamica del travaglio (inclusa la paura del dolore) e vivere così un parto sereno.

È uno dei percorsi più completi sia come valido supporto alla gravidanza sia per preparare il corpo della donna ad accogliere la nascita dolcemente.
L’Hypnobirthing non è un corso pre-parto
così come siamo abituate ad intenderlo noi (a proposito, se se stai cercando un corso pre parto completo da seguire interamente online, quando vuoi e con chi vuoi, scopri di più sul mio corso pre parto online Parto Consapevole).

>>> OPPURE SCARICA LA MIA GUIDA PDF GRATUITA:
“COME PREPARARSI AL PARTO NATURALE”

L’Hypnobirthing si pratica sempre in gravidanza ma è qualcosa di diverso, che va oltre e affianca il percorso di accompagnamento alla nascita tradizionale e che fa focus su una tecnica precisa in grado di  aiutarti ad affrontare un momento impegnativo come il parto, ma non solo.

Grazie a vari strumenti che potrai apprendere in un corso d’Hypnobirthing riuscirai a connetterti alla sapienza interiore che ogni donna possiede, accrescendo la fiducia in te stessa e nelle tue capacità e rendendo l’esperienza del parto arricchente e meno dolorosa.

Ma non solo.

L’Hypnobirthing è anche un programma di educazione prenatale che fornisce tra le altre cose ai futuri genitori gli strumenti necessari per vivere la nascita del proprio bambino come un’esperienza positiva e soddisfacente.

Hypnobirthing: la storia

Chi lo ha inventato è Marie Mongan che con la sua prima gravidanza, inaspettata, a 21 anni, si è rifiutata di accettare il nostro modo di far venire alla luce i bambini (a differenza di tutti gli altri mammiferi) concepito solo attraverso un’esperienza estremamente dolorosa invece che naturale ed orgasmica.

Alla fine degli anni ’50 nella fase espulsiva del parto, le mamme venivano tenute coi polsi e le caviglie legate al lettino ginecologico e addormentate, mentre il bambino era spesso estratto col forcipe. Invece di seguire quindi le solite prassi, Marie chiese esplicitamente di vivere il suo travaglio liberamente e senza anestetici ma purtroppo riuscì ad essere accontentata solo con la nascita della sua terza figlia.

Da, allora, Marie si ripromise che avrebbe fatto di tutto per evitare che le donne continuassero ad essere passive durante il parto.

Così, a gennaio del 1990 nasce il primo bambino che, nel grembo della sua mamma, ha beneficiato del Hypnobirthing e con lui questo metodo che è riuscito nel tempo ad aiutare moltissime donne.

Su quali concetti si basa?

L’Hypnobirthing si basa sul concetto che il nemico del parto non è il dolore ma la paura, l’ansia, il controllo e la tensione collegate ad esso ed alle aspettative che abbiamo nei confronti dell’evento stesso.

Queste reazioni stimolano una parte del sistema nervoso che causa il rilascio di alcune sostanze attivanti utili durante una gara o una guerra ma assolutamente ostacolanti nel parto, evento controllato dalla parte del cervello antagonista cioè quella più antica ed istintiva.

Quando una donna è in grado di rilassarsi, invece, il suo organismo rilascia endorfine, ovvero delle droghe endogene naturali con effetto antidolorifico, che interagendo con altri ormoni, contribuiscono a calmare la mente e a rilassare i muscoli, con l’effetto di aumentare l’ossigenazione dei tessuti e rallentare il battito cardiaco, diminuendo il senso di fatica e facilitando il parto stesso.

Hypnobirthing: cosa si fa in pratica?

L’Hypnobirthing è un metodo (e una filosofia) che si basa sul rilassamento profondo in grado di aiutare le donne a raggiungere uno stato di distensione tale da ridurre al minimo i dolori del parto. È un training psicologico che si porta avanti durante la gravidanza, praticando regolarmente degli esercizi di respirazione e delle meditazioni guidate ricche di visualizzazioni positive che aiutano a creare una visione positiva del parto.

I 3 principali metodi che si apprendono durante un corso di Hypnobirthing sono:

  1. le tecniche di consapevolezza del respiro
  2. le affermazioni positive sulla nascita
  3. l’autorilassamento

Le prime sono utili per ridurre quelle risposte automatiche del nostro organismo che generano stress, con l’effetto di reindirizzare e risparmiare energia utile alla donna.
Le affermazioni positive, invece, vanno a sostituirsi le credenze negative apprese inconsciamente dai racconti di altre mamme che hanno vissuto il parto come un’esperienza traumatica. Infine, le tecniche di rilassamento praticate in gravidanza garantiscono una partecipazione attiva e consapevole all’esperienza della nascita con un migliorato contatto con il suo bambino.

Hypnobirthing: 9 buoni motivi per sceglierlo

Se ancora ti stai chiedendo perché dovresti provare l’Hypnobirthing ti scrivo di seguito 9 buoni motivi per farlo:

  1. Accompagna all’ascolto delle paure in modo da ridurre le tensioni che possono crearsi nel corpo vivendo al meglio il parto
  2. Elimina oppure riduce il bisogno di anestetici
  3. Accorcia la prima fase del travaglio
  4. Riduce la fatica durante il travaglio permettendo alla mamma di conservare le forze per l’ultima fase della nascita
  5. Riduce il rischio di iperventilazione dovuto alla respirazione superficiale
  6. Promuove un attaccamento speciale tra bambino, mamma e compagno
  7. Facilita un recupero più rapido nel postparto
  8. Riporta la nascita all’esperienza bellissima e pacifica che la natura ha progettato
  9. Crea un ruolo di partecipazione attiva alla nascita per il compagno

E ora tocca a te!
Ti piacerebbe provare l’Hypnobirthing?

Iscriviti ora al mio mini percorso GRATUITO di 7 giorni che ho pensato per farti toccare con mano di cosa si tratta.

Come ti dicevo, qui in Italia l’Hypnobirthing non è molto conosciuto e credo, dato che ne conosco il grande valore, che sia necessario farne provare i benefici a più future mamme possibili.

Così se t’iscriverai a questo mini percorso, per una settimana riceverai 1 mail al giorno in cui ti inviterò a guardare dei video, ad ascoltare degli audio o a leggere delle affermazioni positive in modo da preparare il tuo corpo ad accogliere la nascita dolcemente.

Iniziamo?

ISCRIVITI QUI PER INIZIARE IL PERCORSO GRATUITO

Il primo materiale che riceverai sarà una GUIDA PDF in cui ti spiego nel dettaglio come accogliere la nascita serenamente e creare un nido sicuro per il tuo bambino.

Se invece conosci giù l’Hypnobirthing e stai cercando un percorso di training completo, dai uno sguardo al mio.


Il giorno della nascita del proprio bambino è tra i giorni più importanti della vita di una donna.
Averne un ricordo speciale e viverlo come un’esperienza positiva è ovviamente un desiderio di tutte.
Per esaudirlo la cosa migliore che puoi fare è prepararti! Oggi giorno ci sono davvero tante cose che si possono fare (e che funzionano) per renderti più forte e sicura di te. Ti aspetto, allora, per iniziare insieme questo percorso🎈